Cresce la fiducia del viaggiatore italiano

Stampa

Osservatorio Confturismo-Piepoli: ad aprile l’indice di fiducia è arrivato a quota 64, con un aumento di quattro punti rispetto al mese precedente: è il livello più elevato da ottobre dello scorso anno.

L’indice di fiducia del viaggiatore italiano è in forte crescita, con un aumento di quattro punti rispetto al mese precedente e un valore pari a 64, il più elevato da ottobre dello scorso anno. In crescita anche rispetto allo stesso periodo del 2017, quando registrava un valore pari a 63 punti. L’incremento è stato confermato anche per il trasporto aereo, essenziale per il settore turistico, che ha registrato nel corso del 2017 un record storico superando la barriera di 144 milioni di passeggeri. Guardando al futuro, nell’ultimo mese è aumentata anche la propensione a viaggiare nel prossimo trimestre, superando  quota  50 per cento. Rispetto al mese precedente la crescita è di addirittura sette punti percentuali, a conferma di una ripresa della fiducia. Con l’estate che si avvicina, la ricerca ha voluto comprendere se la meta delle prossime vacanze estive fosse già stata scelta dagli italiani. Risulta che, tra gli intervistati, uno su due ha già deciso dove trascorrerà la propria vacanza tra giugno e settembre, mentre uno su cinque ha deciso la meta ma non ancora il periodo. Per quanto invece riguarda il prossimo trimestre, l’Italia si conferma la meta preferita di quasi otto italiani su dieci. In cima alle preferenze dei viaggiatori Toscana, Lazio, Emilia Romagna, Puglia e Sicilia, segno che aumenta la voglia di mare.