Giuseppe Zamberletti

Il presidente della Stretto di Messina, dopo la marcia del 22 gennaio scorso, ha permesso di rinnovare il vecchio repertorio dell’ossimoro, cioè di quella figura retorica che consiste nel riunire due termini di senso opposto in una sola espressione. Nel commentare la costruzione del Ponte i suoi uomini hanno parlato di numerosi consensi negativi. Un po’ come se si dicesse sfiducia costruttiva o dissenso positivo. Letterato.