Saro Visicaro

Come disse Pietro Nenni durante un suo celebre discorso: “la prova del movimento si dà muovendosi”. E dunque per aderire al partito del messinese Saro Visicaro basta agitarsi un po’ e per riconoscersi è sufficiente una strizzatina d’occhio. State certi che non ci sono elenchi, non ci sono regole tranne quella di lavorare per impedire le elezioni dei migliori, lo si può fare a viso aperto oppure sotterraneamente perchè la sola ricchezza del Visicaro dello Stretto è l’astuzia, l’importante è credere di avere un nemico da combattere. Ieri il gruppo Franza, oggi Fabio D’Amore e il Risorgimento messinese. E infatti la parola d’ordine è, manco a dirlo, viva la restaurazione!